LEADERBOARD
Global | | 20 Marzo 2017
Rai, polemica per il servizio sessista.
La presidente: “Inaccettabile”
Rai, polemica per il servizio sessista. La presidente: “Inaccettabile”

E’ polemica per l’immagine sessista mostrata durante la puntata di Parliamone sabato, rubrica de La vita in diretta condotta da Paola Perego. "Non ho visto la puntata, lo sto scoprendo dai siti. Quello che vedo è una rappresentazione surreale dell'Italia del 2017: se poi questo tipo di rappresentazione viene fatta sul servizio pubblico è un errore folle, inaccettabile". Ha commentato la presidente Rai Monica Maggioni.

"Personalmente mi sento coinvolta in quanto donna, mi scuso", ha aggiunto Maggioni, "ogni giorno ci interroghiamo su quale immagine di donna veicoliamo, su come progredire, uscire dagli stereotipi. Poi accade un episodio come questo: il problema non è una battuta inconsapevole, ma la costruzione di una pagina su un tema del genere: è un'idea di donna che non può coesistere con il servizio pubblico". "Per prima cosa - dice ancora la presidente - mi scuso. Poi come azienda cercheremo di capire come è nata una pagina di questo tipo".

 La polemica è scoppiata due giorni fa in rete dopo la messa in onda del servizio “La minaccia arriv dall’est. Gli uomini preferiscono le straniere. La discussione è proseguita con ospiti in studio e una grafica con ben 6 punti in cui si sarebbe dovuto spiegare il motivo per cui gli italiani scelgono le donne dei paesi balcanici.

Duro il commento di Francesco Verducci, vice presidente della Commissione Vigilanza Rai: "I responsabili di questo scempio alla nostra cultura e alla nostra convivenza devono dimettersi. La Rai ha il compito di promuovere democrazia e diritti, quanto avvenuto sabato è molto più di un semplice incidente. Gran parte della programmazione d'intrattenimento, in specie mattutina e pomeridiana, va ripensata. E i responsabili di quanto accaduto sabato devono dimettersi".

Sulla vicenda sono intervenuti anche i senatori di Mdp, Federico Fornaro e Miguel Gotor, della Commissione di Vigilanza Rai."Le scuse del direttore di Rai 1, Andrea Fabiano, per il vergognoso servizio sulle donne andato in onda nella trasmissione Parliamone sabato, non bastano. I vertici della Rai devono interrogarsi come sia potuto accadere un simile triste e indecoroso episodio nella programmazione della televisione pubblica e soprattutto devono dirci al più presto e con chiarezza quali provvedimenti intendono assumere affinchè vicende come queste non possano più ripetersi", si legge nella nota.

Tags
 
Lascia un commento

Nome

Email

Commento

2 + 2