LEADERBOARD
Local | | 13 Settembre 2017
Sociale, il cinema dietro le sbarre
Focus e confronto per i detenuti
Sociale, il cinema dietro le sbarre Focus e confronto per i detenuti
La vita dietro le spalle come occasione di riscatto. Questa la mission del progetto che vede il cinema in carcere. Messi in campo diversi appuntamenti di confronto e  discussione su temi sociali suggeriti da alcuni film dell'ultima stagione. Un progetto che nasce per condividere alcuni spunti di discussione e creare dibattito ed empatia sulla realtà sociale, aprendo simbolicamente le porte del carcere a un confronto che offra, oltre all'intrattenimento, nuove possibilità di crescita culturale ma anche un momento di riflessione e confronto tra i detenuti con autori e/o protagonisti dei film selezionati, giornalisti, operatori culturali e sociali, interni ed esterni alla struttura penitenziaria. Oggi giornata Inaugurale per la prima edizione della rassegna cinematografica "Altri sguardi", al carcere di Rebibbia di Roma, ideata e promossa da Ilaria Spada, Raffaella Mangini e Clementina Montezemolo con Laura Delli Colli. Proiettato il film "Tutto quello che vuoi" di Francesco Bruni, presenti il regista, Andrea Carpenzano e ad altri interpreti. Poi ogni giovedì fino al 12 ottobre le proiezioni dei film in concorso e giovedì 19 ottobre la premiazione del film vincitore e proiezione speciale con la direzione del carcere.
Tags
 
Lascia un commento

Nome

Email

Commento

2 + 2