LEADERBOARD
Focus | I consigli della dott.ssa Verze | 20 Marzo 2017
Trattamenti al viso
giù la maschera
Trattamenti al viso giù la maschera

Latte detergente? Tonico? Acqua micellare? Salviette struccanti? Per quanto si possa essere stanche, a fine serata è fondamentale detergere il viso profondamente, non solo per struccarsi, ma per eliminare dal viso tracce di polvere, smog e impurità che si sono mescolate al sebo: i residui di trucco, infatti, possono ostruire i pori della pelle, impedendole di respirare e bloccando il passaggio dell’ossigeno.
Salviette struccanti: sono senz’altro, il metodo più rapido; pratiche da portare in borsa prima di andare in palestra o in piscina o durante un viaggio; attenzione a chi soffre di allergie! Hanno un alto contenuto di conservanti a causa del possibile inquinamento microbico, dopo l’uso quindi si consiglia di risciacquare il viso con abbondante acqua.
Latte detergente: ne esistono di vari tipi, ma bisogna  preferire quelli senza saponi, senza coloranti e senza alcool, adatti anche alle pelli intolleranti. La composizione è sempre riportata sull’etichetta, INCI, e il farmacista può consigliarvi la formulazione più adatta al vostro tipo di pelle. Anche per il latte detergente è sempre consigliabile risciacquare il viso con acqua o con tonico.  Nel caso di pelli secche, l’utilizzo di acqua corrente, in genere calcarea e ricca di carbonati di calcio, può rendere la pelle ancora più disidratata, quindi il tonico è la scelta migliore: ripristina il pH della pelle, donandole tono ed eliminando gli ultimi residui di latte detergente e make-up. Esistono tonici con principi attivi dermopurificanti (lavanda, rosmarino, ginepro) per pelli miste e grasse, lenitivi e idratanti (aloe, malva, camomilla, calendula) per pelli secche, astringenti (rosa, hamamelis) per pelli con couperose.
Acqua micellare: si tratta di soluzioni acquose in cui sono presenti delle “micelle” di tensioattivi lipofili che “catturano” il trucco e lo asportano dal viso.  E’ una soluzione rapida, adatta sia a viso sia a occhi, non si risciacqua, si distribuisce con un dischetto di cotone ed esiste in diverse formulazioni: acqua, gel o mousse. E’ adatta a ogni tipo di pelle, ma si sconsiglia per quella molto secca.
Dopo la pulizia si può vaporizzare sul viso un’acqua termale lenitiva e addolcente o un’acqua floreale, anche in questo caso diversa secondo il tipo di pelle.
Preferite uno struccante del tutto naturale? Usate un olio vegetale puro; in tal caso vaporizzare prima sul viso un’acqua termale, poi con un dischetto di cotone qualche goccia di olio: se la pelle è secca, olio di mandorle, argan, jojoba; se grassa, olio di macadamia, jojoba o nocciole; se sensibile, oleolito di calendula, olio di oliva, mais, sesamo, infine applicare un’acqua floreale.
Insomma, poiché durante la notte la pelle si rigenera, attraverso un’idonea detersione, diamole la possibilità di respirare !

Tags
 
Lascia un commento

Nome

Email

Commento

2 + 2