LEADERBOARD
Meridionale | | 03 Dicembre 2018
Goal per il progetto sorrentino
"Adotta un'Opera d'arte"
Goal per il progetto sorrentino "Adotta un'Opera d'arte"
Nuovo successo in casa meridonare. Goal per il progetto sorrentino  "Adotta un'Opera d'arte" per il Museo Correale di Terranova . Raggiunto l'obiettivo della raccolta fondi. Ma facciamo un passo indietro.
Museo Correale di Terranova è una casa museo, frutto di una straordinaria vicenda collezionista di fine Ottocento, che vede come protagonisti due fratelli, Alfredo e Pompeo Correale Conti di Terranova, ultimi discendenti di una delle più antiche famiglie del patriziato sorrentino. I due fratelli furono attenti collezionisti, paragonabili ai Filangieri o ai Placido de Sangro di Napoli. Spinti dall’ analogo impulso che mosse numerosi aristocratici in altre città italiane, come Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi, Gian Giacomo Poldi Pezzoli e Federick Stibbert, – per merito dei quali nacquero omonime prestigiose case museo – Alfredo e Pompeo Correale disposero che alla loro morte, “per dare maggior lustro alla città di Sorrento, ma anche per evitare lo sperpero di tanti oggetti ed assicurarne la conservazione” le collezioni d’arte loro tramandate e da loro raccolte, costituissero un museo privato ed autonomo, intitolato a loro nome. Il Museo Correale fu inaugurato il 10 maggio del 1924. Quest'ultimo è tra le poche fondazioni riconosciute esistenti in Italia ed inserito a pieno titolo nel circuito delle mostre internazionali, si articola sui quattro piani della villa, per un totale di ventiquattro sale, allestite con i criteri museografici più moderni. Il nucleo fondamentale delle opere esposte è costituito da pregiati arredi databili dal XV al XIX secolo e dalla ricca pinacoteca, notevole anche per le collezioni di Nature Morte di scuola napoletana del Sei-Settecento, per la raccolta di quadri fiamminghi e per il cospicuo gruppo di Paesaggi della Scuola di Posillipo.
Tags
 
Lascia un commento

Nome

Email

Commento

2 + 2